UniPlasticFree, via i bicchieri usa e getta dalla mensa del Santi Romano!

Un’altra importante vittoria sul fronte UniPlastiFree, la nostra campagna volta alla riduzione, e eliminazione progressiva, della plastica monouso all’interno degli spazi dell’Università di Palermo. Pochi minuti fa, infatti, l’Ente Regionale per il diritto allo studio universitario (ERSU Palermo), ha comunicato, tramite i propri canali istituzionali, che “da oggi 3 maggio 2019, presso la mensa universitaria Santi Romano, non saranno più disponibili i bicchieri usa e getta in plastica, ma bicchieri riutilizzabili“.

“Il bicchiere -si legge nella nota – è realizzato in copolimero SAN, adatto agli alimenti, ed è messo a disposizione dalla società ‘iobevo’ che fornisce le bevande dei distributori senza il consumo, quindi, di lattine e bottiglie.
La direttiva europea, mirata a difendere gli oceani dall’enorme quantità di plastiche riversate, mette al bando in Europa – dal 2021 – posate e piatti di plastica, cannucce, bastoncini per palloncini gonfiabili, bastoncini cotonati, palette per miscelare i cocktail, sacchetti di plastica osso-degradabile, contenitori di polistirolo espanso per alimenti”.

 

 

Elezioni organi superiori 14-15 maggio, ecco i candidati di Run-Progetto-UniTrapani

Il 14 e il 15 Maggio la popolazione studentesca è chiamata alle urne per il rinnovo della Rappresentanza Studentesca in seno a Consiglio di Amministrazione UniPa, Senato accademico UniPa, C.S.U. Comitato per lo Sport Universitario, Consiglio di Amministrazione ERSU, che non vede rappresentanza eletta da più di 4 anni, C.N.S.U. (Consiglio Nazionale Studenti Universitari).

Le votazioni si svolgeranno presso le strutture dell’Università degli Studi di Palermo nei giorni

  • 14 maggio dalle 9:00 alle 19:00
  • 15 maggio dalle 9:00 alle 14:00

Ogni elettore, in regola con il pagamento delle tasse universitarie per l’anno accademico 18/19, potrà esercitare il proprio diritto al voto presso qualsiasi seggio di sua scelta. L’elenco dei seggi sarà disponibile a breve.

Le Associazioni Studentesche Vivere Ateneo, Rete Universitaria Nazionale-Progetto Universitario-UniTrapani, UniAttiva, Onda Universitaria, Nuova Realtà Giovanile, Auletta’99, Studenti Universitari esortano gli studenti a rinnovare la fiducia nei confronti di un modello che, da anni, investe in una rappresentanza competente, gratuita e cristallina. In relazione a ciò, sono ben otto i candidati che sono disponibili a garantire continuità a questo percorso:

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE (scheda verde): Patrizia Caruso, Antonino di Benedetto

SENATO ACCADEMICO (scheda rosa): Giuseppe Cavaleri, Gabriele Scalia, Flavio Antonino Scarlata, Giuliana Tudisco

Il simbolo della nostra lista per le elezioni degli organi superiori UniPa

COMITATO PER LO SPORT UNIVERSITARIO (scheda arancione): Martina Profita, Luigi Di Liberto

Per questi tre organi si vota barrando il simbolo della lista ed il relativo candidato (una sola preferenza).

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ERSU (scheda grigia): Adelaide Carista, Emanuele Nasello

Per questo organo si vota barrando il candidato prescelto (una sola preferenza)

 

A rinnovarsi sarà anche il CNSU (scheda celeste) (Consiglio Nazionale Studenti Universitari), organo di consulta e propositivo del MIUR per il quale Vivere Ateneo candida Sebastiano Sorrentino nella lista “LINK – LISTE INDIPENDENTI – ONDA UNIVERSITARIA”

Il simbolo della nostra lista per il CNSU

Per questo organo si vota barrando la lista prescelta e scrivendo il nome del relativo candidato.

Invitiamo la popolazione studentesca a rendersi parte attiva della vita accademica esprimendo la propria preferenza per chi dovrà rappresentare e portare la voce degli studenti lì dove si decide per il diritto allo studio, la didattica, l’organizzazione e la strada da intraprendere dall’Università (sia a livello locale che nazionale) per migliorare la condizione studentesca in tutte le sue sfumature.

Il voto è un diritto, il voto è un dovere. Non lasciate che siano gli altri a scegliere per voi.

 

Resoconto Senato Accademico 9/4/2019

In data 9 aprile si è riunito il Senato Accademico alla presenza, tra gli altri, dei senatori Chiara Puccio, Vincenzo Calarca e Antonio Di Naro.

Il Magnifico Rettore, prof. ing. Fabrizio Micari, notifica le seguenti COMUNICAZIONI:

  • La crescita degli studenti in corso e un calo di quelli fuori corso, sotto quota 8000. I numeri crescono anche sul versante dell’internazionalizzazione, unica nota negativa su cui bisogna migliorare rimangono le aule, troppo piccole per accogliere gli studenti;
  • Via Archirafi è pronta per il collaudo del sistema di videosorveglianza il 16 aprile;
  • Il 20/21/22 maggio si terrà un importante congresso  dal titolo “Migrare”.

 

INTERROGAZIONI:

  1. Problematica sicurezza: a seguito dell’inaugurazione del nuovo impianto di videosorveglianza situato in Via Archirafi, è stato chiesto al Magnifico Rettore, viste anche le continue segnalazioni pervenuteci da parte dei colleghi su furti subiti o circa la presenza di individui poco raccomandabili in Viale delle Scienze, specialmente nelle ore notturne, se non fosse il caso di implementare il medesimo servizio anche all’interno della Cittadella Universitaria. Prevedendo inoltre pattugliamenti da parte di Polizia e Carabinieri al fine di rendere meno frequenti tali visite, peraltro, poco gradite dalla popolazione studentesca e rispettive famiglie;
  2. Questione ecologica: abbiamo chiesto al Magnifico Rettore di implementare i servizi di raccolta differenziata dei rifiuti. Magnifico Rettore che ha conferito la delega per questa particolare categoria di servizi al Prof. Antonio Mazzola, ordinario del DiSTem. Visto anche quanto fatto da molti altri atenei italiani, solleciteremo l’Amministrazione affinché possa intraprendere questo percorso di eco-sostenibilità: nell’interesse proprio e della sua comunità accademica;
  3. Inserimento materia a scelta: è stato chiesto se fosse possibile permettere a tutta la popolazione studentesca di inserire la materia a scelta entro il 30 aprile a prescindere dal proprio status. Il Rettore comunica che chiederà agli uffici competenti e al Prorettore alla Didattica la fattibilità di tale azione;
  4. Modalità nuovo esame di laurea: vista la nuova modalità di esame di laurea è stato chiesto quali fossero le tempistiche qualora lo studente scegliesse una modalità piuttosto che un’altra. Il Rettore comunica che le tempistiche saranno allineate alle lauree con vecchia modalità o magistrali;
  5. Chiarimenti Ambulatorio Universitario: è stato chiesto lo stato della convenzione tra Unipa e Policlinico e se è possibile richiedere le visite specialistiche tramite l’ambulatorio. Il Rettore conferma la saldissima unione tra Unipa e Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “Paolo Giaccone” e che è possibile per noi studenti richiedere visite specialistiche.

 

Run Palermo

Coordinamento UniAttiva

Onda Universitaria

Vivere Ateneo

NRG – Nuova Realtà Giovanile

 

Le Associazioni Studentesche Run e Progetto Universitario lanciano la Campagna #UniPlasticfree

Le Associazioni Studentesche Run- Rete Universitaria Nazionale e Progetto Universitario al fine di favorire una graduale ma completa eliminazione della plastica dalle strutture del nostro Ateneo e riuscire nell’intento di sensibilizzare i colleghi ad una corretta e attenta cultura di tutela e salvaguardia dell’ambiente hanno deciso di aderire alla sfida lanciata dal Ministro Sergio Costa, lo scorso 4 Ottobre, dal titolo #plasticfreechallenge, attraverso l’avvio della Campagna Universitaria #UniPlasticFREE.

 

Motivati dallo straordinario esempio palesato da milioni di Studenti in tutto il Continente in occasione dei #Fridaysforthefuture, iniziativa promossa dalla nota attivista sedicenne di origine svedese, Greta Thunmberg Ernman e della concreta possibilità che la Sicilia possa essere la prima Regione in Italia a munirsi di una apposita Legge Plastic Free ,  hanno decisodi porre all’attenzione dell’Amministrazione Universitaria e della Direzione Generale dell’Ersu di Palermo, le seguenti richieste:

-che vengano installati erogatori di acqua naturale o frizzante, anche refrigerata presso strutture che ricadano sotto la competenza dell’Ateneo;
-che vengano eliminati dai distributori le bottigliette di plastica;
-che siano distribuiti in modo del tutto gratuiti a ciascun dipendenti e agli studenti( cominciando da un discreto numero) borracce in alluminio riciclato da parte del Consorzio Cial in modo tale da disincentivare l’utilizzo delle bottiglie di plastica;
-che avvenga la sostituzione nei distributori di bevande calde dei bicchieri di plastica con quelli di carta e della palette di plastica per girare il caffè con delle palette in legno;
-che venga drasticamente ridotta la produzione di rifiuti di qualunque entità e potenziato il servizio atto alla raccolta differenziata degli stessi;
-che siano previsti criteri di premialità sulle future gare di appalto per i servizi di piccola o grande ristorazione per chi abbandona l’utilizzo della plastica monouso

In occasione delle Prossime elezioni per il Rinnovo della Rappresentanza Studentesca in seno a Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione, CUS, CNSU e Consiglio di Amminsitrazione degli ERSU del prossimo 14 e 15 Maggio, onde evitare affissioni selvagge e dispersione di facsmile nell’ambiente circostante abbiamo ritenuto opportuno prevedere, ponendo all’attenzione dell’Amministrazione Universitaria le seguenti richieste:

-che vengano garantiti pari accessi ai mezzi di Propaganda, ponendo a disposizione di ciascuna delle liste partecipanti alla competizione elettorale, eguali spazi da assegnare all’interno delle singole strutture (apertura delle teche per l’affissione di manifesti o concessione di aule per confronti/dibattiti nel pieno rispetto della par condicio);
-che sia predisposta l’individuazione di appositi spazi individuali adibiti all’affissione di contenuto propagandistico da destinare a ciascuna delle liste impegnate nella prossima tornata elettorale da attribuire mediante nota ufficiale;
-che sia consentita l’affissione di stampati, manifesti o di altra documentazione propagandistica soltanto se effettuata negli spazi predisposti a tale scopo e dalla lista in possesso dell’apposito spazio; proibendo dunque l’affissione di documentazione elettorale al di fuori degli appositi spazi;
-che siano vietate le iscrizioni murali e quelle su tutte le altre componenti strutturali o di arredo (porte, finestre, pavimenti, etc.) degli edifici universitari;
-che venga implementato nei giorni di campagna elettorale l’utilizzo di cestini adibiti alla sola raccolta della carta per limitare dispersione di facsmile nell’ambiente circostante;
-che non si acconsenta all’organizzazione di punti di informazione sulle liste elettorali e qualsiasi altra iniziativa di propaganda presso i locali dell’università, salvo previo rispetto della PAR CONDICIO;
-che dall giorno precedente il primo giorno di votazioni e per l’intera durata delle votazioni medesime vigano i divieti di cui all’art. 9 della legge 212/56. In tali giorni non siano, quindi, consentiti: comizi, riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, affissione o distribuzione di documentazione propagandistica. Negli stessi giorni sia vietata altresì ogni forma di propaganda elettorale, compresa la distribuzione di documenti tramite attività di volantinaggio in prossimità dei seggi elettorali in modo tale che non siano disturbati gli studenti che si rechino a lezione e non sia intaccato in modo alcuno il vigente silenzio elettorale.

Crediamo che l’applicazione di queste semplici ma efficaci contromisure possa rappresentare un primo, incisivo, passo verso la drastica riduzione dei consumi di plastica all’interno delle strutture del nostro ateneo e altresì segnare un punto di svolta nell’ambito delle manifestazioni elettorali, segnando un percorso nuovo, che possa condurci verso una netta e progressiva dematerializzazione del cartaceo per finalità propagandistiche.

L’Università è casa nostra: renderla ecosostenibile deve dunque rappresentare per la popolazione studentesca una assoluta priorità.

 

Run Palermo

Progetto Universitario

Assegnazioni Stalli Elettorali (1)

UnipaPlasticFREE (1)

Ersu (1)

Graduatoria definitiva collaborazione a tempo parziale 18/19

È stata pubblicata nell’Albo Ufficiale di Ateneo (pubblicazione n.470 del 25/03/2019) la Graduatoria definitiva per lo svolgimento della “Collaborazione a Tempo Parziale” Anno Accademico 2018/2019.

Gli studenti che si sono collocati nella graduatoria definitiva entro la posizione n° 170 sono invitati a presentarsi entro giovedì 4 aprile presso l’Ufficio Studenti Part-time (Edificio 3 – Segreterie Studenti, viale delle Scienze) per sottoscrivere l’impegno a svolgere l’attività di “Collaborazione a tempo parziale” presso l’Università degli Studi di Palermo come previsto dal bando.

Visualizza il bando 

FONTE: unipa.it

 

I ragazzi della RUN Palermo

Resoconto Senato Accademico 19/03/2019

In data 19 marzo 2019 si è riunito il Senato Accademico, alla presenza dei senatori Antonio Di Naro, Chiara Puccio, Vincenzo Calarca

COMUNICAZIONI:

Il Magnifico Rettore comunica lo stato dei lavori e delle cooperazioni con i poli decentrati. Trapani e Caltanisetta hanno approvato le modifiche di statuto e attivato le nuove convenzioni con UNIPA. Diversa la situazione con Agrigento in cui, per attivare una nuova convenzione, bisogna far insidiare un nuovo Cda. Nonostante questo i lavori procedono, e in tutti e tre poli è iniziata una attività di orientamento della nuova Offerta Formativa.

INTERROGAZIONI:

 

  • I senatori nella precedente seduta di Senato Accademico avevano richiesto una stima dei dati di superamento degli esami del CLA, poiché si riscontravano dei problemi e una flessione dei risultati positivi. Il direttore generale ha così risposto, premesso che:
  1. a)  gli studenti dovrebbero uscire dalla scuola secondaria con B1/B2;
  2. b) la declaratoria MIUR delle classi magistrali prevede che lo studente in uscita sia:  “[…] in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell’Unione Europea oltre l’italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari” (il che equivale a B2)”;
  3. c) dove richieste precise competenze linguistiche queste devono essere davvero possedute perché possano essere attestate dall’esame al Cla, benché il Cla non sia ente certificatore;
  4. d) un eventuale abbassamento del livello richiesto comporterebbe il mancato utilizzo dei descrittori del framework (A1, A2, B1 etc.), rendendo inutilizzabili le equipollenze linguistiche previste dall’internazionalizzazione (Erasmus, dottorati internazionali, doppi titoli etc.), impedendo di fatto ai ragazzi la partecipazione a quei progetti, gli incoming non troverebbero equipollenze per la loro interazione nell’Ateneo.

Ipotesi di percorso:

  1. a) acquisto di un corso online Inglese B2 (a studente circa 20/25 euro pari ad acquisto libro di testo);
  2. b) potenziamento dell’e-learning;
  3. c) nuovo incontro Cla/Coordinatori LM per spiegare ancora le direttive ministeriali e le aspettative che derivano soprattutto dall’internazionalizzazione.

È doveroso da parte nostra ringraziare i rappresentanti del Corso di Laurea Magistrale in Studi Storici, Antropologici e Geografici Gabriele Scalia (Coordinamento UniAttiva) e Filippo Di Cristina (Vivere Lettere) per il loro input, per aver sollevato questa problematica già in sede di consiglio di Corso di Studi, in sede di Consiglio di Scuola (SUPC), spinti non solo dallo spirito di servizio, ma anche dalle innumerevoli segnalazioni non solo dei loro colleghi, ma di tutti i ragazzi coinvolti. Ci auguriamo che quanto sottoposto all’attenzione degli Organi Collegiali possa avere un seguito e una celere risoluzione.

I senatori inoltre hanno richiesto:

  • gli esami programmati per i giorni, post-festivi, del 23 e del 26 aprile vengano spostati in modo da rendere effettiva la partecipazione degli studenti, ove ciò non sia possibile, invitare l’amministrazione nel sollecitare i docenti ad avere la massima comprensione e agevolare la partecipazione effettiva all’esame degli studenti fuori sede.
  • il prolungamento degli orari di apertura e chiusura della Biblioteca di Architettura e degli spazi del dipartimento

 

RUN Palermo 

Coordinamento UniAttiva

Onda Universitaria

Vivere Ateneo

NRG – Nuova Realtà Giovanile

 

Rinnovo dello Statuto di Ateneo, ecco tutte le novità principali

Nei giorni 4 e 5 Marzo 2019 si sono tenute le importanti riunioni del Consiglio di Amministrazione e del Senato Accademico dell’Università di Palermo. Tra i punti salienti affrontati durante queste due giornate certamente un ruolo da protagonista è stato assunto dalla trattazione sul Rinnovo dello Statuto di Ateneo.

Ma andiamo con ordine:

La seduta del 4 Marzo del Consiglio di Amministrazione inizia con la comunicazione da parte del Magnifico Rettore della messa a disposizione di 100 posti di tirocinio offerti dall’amministrazione della Regione Sicilia alle 4 Università del territorio, la ripartizione ha visto il nostro Ateneo ricevere 38 posti di tirocinio per gli studenti appartenenti alle seguenti aree indicate dalla Regione Sicilia stessa:

  • Area Giuridico – Politico – Sociale
  • Area di Ingegneria Gestionale – Economia e Statistica
  • Area di Ingegneria Civile – Difesa del suolo e del dissesto idrogeologico

Le modalità di partecipazione verranno rese a breve disponibili, ad ogni modo in quanto Università siamo felici di constatare questo interesse nei confronti della nuova generazione.

A seguire vengono effettuate le seguenti interrogazioni dallo Studente Rosario Signorino Gelo:

Interpretazione sull’Art.9 del Regolamento per la Contribuzione Studentesca:

“Secondo l’Art. 9 del Regolamento tasse vige una soglia minima dell’85% dei CFU totali del proprio piano di studi che gli studenti intenzionati a laurearsi durante la sessione di Marzo 2019 devono aver conseguito qualora, non riuscendo a laurearsi nella suddetta sessione, volessero procedere ad iscrizione per l’anno accademico 2018/2019 senza indennità di mora.

Purtroppo la segreteria studenti considera nella conta totale i 15 CFU dell’esame finale di Laurea, che per ovvi motivi lo studente non può conseguire prima del momento della laurea stessa, se dunque prendiamo in considerazione i 120 CFU totali di una laurea magistrale è chiaro che l’85% corrisponda a 102 CFU, ma se 15 dei restanti 18 CFU sono “occupati” dall’esame finale di laurea l’unico margine che hanno gli studenti risiede in 3 CFU.

Ovviamente non è stata questa l’intenzione del Consiglio di Amministrazione che nel Maggio 2018 ha approvato il presente regolamento sulla tassazione, viene dunque chiesto al Consiglio stesso di esprimere una interpretazione del relativo Art.9 del regolamento tasse, da inviare alla segreteria studenti e precisando di escludere i 15 CFU della tesi di laurea dal conteggio totale.”

Laboratorio di Marketing per gli Studenti del Corso di Studio in Comunicazione per i Media e le Istituzioni:

A seguire il Magnifico Rettore risponde alla richiesta che lo stesso Consigliere degli Studenti Signorino Gelo ha avanzato per email a nome di tutti gli Studenti del Corso di Studi di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni circa le problematiche che questa classe di studenti sta vivendo in merito al loro mancato Laboratorio di Marketing.

Ovviamente la risposta è stata positiva, il Rettore ha già incontrato la Prof.ssa Auteri, delegata alla Didattica, per accogliere la richiesta degli studenti ed attuare una pronta risoluzione alla problematica.

IV Ciclo Scuole di Specializzazione per le Attività di sostegno Didattico:

Un ulteriore argomento trattato è quello del IV Ciclo di Specializzazione per le attività di sostegno didattico nella Scuola Primaria e Secondaria, nel caso specifico l’Università di Palermo organizza il corso di formazione esclusivamente per la Scuola Primaria e non per la Secondaria, viene dunque chiesta motivazione di ciò e se vi fosse la possibilità di un implemento.

La risposta è stata incentrata su una decisione presa a livello regionale con le altre Università del territorio, ma che comunque, dato l’interesse manifestato dalla rappresentanza studentesca, il prossimo anno si guarderà anche al corso di formazione per la Scuola Secondaria.

Inserimento delle materie a scelta per gli iscritti ai Corsi di Laurea Magistrale con riserva:

Una questione che ormai annualmente si presenta è la non compatibilità della finestra temporale riguardante l’inserimento delle materie a scelta nel secondo periodo con le tempistiche di attivazione del portale studenti per gli iscritti ai Corsi di Laurea Magistrale con riserva. Si chiede dunque di poter riaprire la finestra di inserimento dei suddetti insegnamenti e entro la prossima sessione degli esami di profitto.

Il consiglio ha espresso parere favorevole e si avrà l’ufficializzazione alla prossima seduta.

Il 5 Marzo alle ore 8:30 ha inizio la Seduta Congiunta del Consiglio di Amministrazione e del Senato Accademico che vede come unico argomento la trattazione del Nuovo Statuto dell’Università degli Studi di Palermo che, dopo mesi di lavori e commissioni istruttorie, giunge alla sua trattazione finale in questa sede.

Resta comunque il fatto che quanto approvato dai due organi di governo dell’Ateneo debba essere visionato e convalidato anche dal MIUR entro 60 giorni.

Da studenti siamo felici di comunicare a tutti i colleghi di UniPa che la linea del nuovo Statuto definisce, tra le altre cose, quelli che sono i nuovi efficienti ruoli della rappresentanza studentesca oltre ad una rimodulazione dell’organizzazione dell’ateneo tutto, di seguito verranno elencate e descritte le principali novità:

Per le Scuole:

Le scelte dell’Ateneo dipenderanno principalmente dalle scelte dipartimentali, le Scuole, tranne nel caso di Medicina e Chirurgia garantita da legge nazione, potranno cedere il loro ruolo didattico ai singoli dipartimenti di cui da sempre si pongono come strutture di raccordo, mantenendo comunque il loro ruolo organizzativo e promotore di eventi culturali dell’ateneo. Viene comunque data ai dipartimenti di ciascuna scuola la possibilità di far mantenere alla stessa le competenze didattiche.

Per i Consigli di Dipartimento:

Ove le competenze sulla didattica dovessero passare dalle Scuole ai singoli Dipartimenti, la composizione di questi ultimi, che fino ad oggi non ha previsto la presenza degli studenti, vedrà un’implementazione della componente studentesca pari al 20% del personale docente. Con questo innovativo e importante upgrade la rappresentanza studentesca potrà essere, da oggi più che mai, un megafono intra-dipartimentale che porterà direttamente in questa sede la voce e le esigenze degli studenti per quanto concerne didattica e servizi resi agli stessi.

Per il Consiglio degli Studenti:

Viene implementato il range di argomenti su cui il Consiglio degli Studenti può esprimere il proprio parere rimarcando dunque il ruolo centrale che questo organo ha per tutta la rappresentanza studentesca ponendosi dunque come fulcro trasversale, comunicativo e decisivo tra i vari organi di rappresentanza studentesca.

Con il nuovo statuto varierà anche la composizione del Consiglio degli Studenti, i cui componenti non saranno più eletti in numero pari a 2 provenienti da ognuna delle 5 Scuole, ma verranno eletti in numero pari a 2 provenienti da ognuna delle 5 Macroaree CUN  rendendo così la ripartizione più orizzontale rispetto alla precedente, aspetto, questo, coadiuvato dalla compartecipazione attiva di tutta la rappresentanza studentesca alle varie sedute del Consiglio degli Studenti fornendo dunque a quest’organo un peso politico-accademico ben superiore, centrale e organizzativo rispetto ad altri.

 

Per il Comitato per lo Sport Universitario:

I due rappresentanti degli studenti in seno al Comitato voteranno, come gli studenti membri degli altri organi superiori dell’Ateneo, per il Rettore.

Sono queste le novità per la componente studentesca implementate dalla stesura del Nuovo Statuto di Ateneo, delle novità che senza dubbio portano la rappresentanza studentesca ad un livello superiore rispetto a quella attuale, e di questo un sentito ringraziamento non può non andare allo Studente che ha preso parte alla commissione istruttoria dedicata a tale lavoro, Francesco Pirrotta, Presidente del Consiglio degli Studenti.

 

RUN Palermo

Vivere Ateneo

Coordinamento UniAttiva

Onda Universitaria

N.R.G. – Nuova Realtà Giovanile

Collaborazione part time, pubblicata graduatoria provvisoria

L’Università degli Studi di Palermo, tramite il proprio sito istituzionale, annunca la pubblicazione della graduatoria provvisoria per la selezione di 170 studenti Unipa per lo svolgimento di attività di “Collaborazione a tempo parziale” per l’anno accademico 2018/2019.

“Eventuali osservazioni – si legge su unipa.it – potranno essere presentate dagli interessati all’Ufficio Studenti Part Time dell’Università degli Studi di Palermo (Edificio 3, Campus universitario di viale delle Scienze) entro le 13.00 di venerdì 15 marzo secondo le modalità descritte art. 4 del bando di selezione”.

QUI la graduatoria provvisoria

 

I RAGAZZI DELLA RUN PALERMO

Resoconto Consiglio Comunicazione 19/11/18

Si è riunito oggi, lunedì 19 novembre 2018, il Consiglio di Scienze della Comunicazione. Di seguito, i punti all’ordine del giorno che sono stati affrontati.

Primo punto O.d.G: comunicazione dei dati riguardanti l’immatricolazione, che cambiano costantemente:
Media ed Istituzioni 132
Cultura e arti 105
Assegnazione aule:
-Si sta completando il programma del 14 dicembre, sala della capriale dello Steri III piano; giornata sospensione della didattica per i corsi di comunicazione per ospitare il nono incontro nazionale per i corsi di scienze della comunicazione.
– Il coordinatore presenta la scheda per le nuove modalità di tesi preparata dalla professoressa Loredana-Teresi. (Esame finale in trentesimi che fa media).
Il coordinatore chiede l’autorizzazione alla modifica del regolamento dei corsi di laurea magistrale separandolo da quello delle triennali. Il titolo di laurea della LM59 in scienze della comunicazione pubblica d’impresa e pubblicità sarà modificato in comunicazione pubblica d’impresa e pubblicità.
Per quanto riguarda il nuovo regime anche chi si è immatricolato prima (a partire dall’anno 2015/2016) può optare per il nuovo regime purché si abbiano 3 cfu nel piano di studi per la tesi di laurea.
Le schede vanno consegnate al dott.Squillaci e al tutor in versione cartacea o in versione digitale. La proposta di tesi deve essere presentata ed autorizzata dal tutor tre mesi prima della laurea.
La prof Marcenó comunica che a seguito della partecipazione al CORI linea tirocini internazionale extra-Ue, tre posti per ogni magistrale, essendo due le magistrali di comunicazione, sono state richieste 6 borse di studio per Tunisi.

AVVISO OFA SCUOLA DELLE SCIENZE UMANE E DEL PATRIMONIO CULTURALE – TEST CdS ad accesso libero

Si informano gli studenti che il test di verifica degli OFA previsto per gli studenti immatricolati nell’a.a. 2018/2019 nei Corsi ad Accesso Libero della Scuola delle Scienze umane e del Patrimonio culturale si svolgerà:

Martedì 13 novembre
9.00-11.00
11.00-13.00

Aggiungiamo delle informazioni specifiche fornite dalla dottoressa Scalia del COT (Centro orientamento e tutorato) alla nostra rappresentante del corso di studi in lettere Valentina Di Bella:

“Gli studenti possono presentarsi martedì 13 novembre dalle 9.00 alle 13.00; per dare un ordine alle somministrazioni abbiamo preferito indicare due orari di inizio (e probabilmente avvieremo l’azione in ordine alfabetico); in ogni caso se uno studente arriva alle 10.00 potrà sostenere la prova, attendendo il turno.”

Gli studenti impossibilitati a partecipare nella giornata di martedì, per motivi ritenuti validi, potranno presentarsi
Mercoledì 13 novembre nella fascia oraria 9.00-13.00.
“La mancata partecipazione potrà essere comunicata  il giorno stesso in cui lo studente si presenterà per svolgere il Test di verifica OFA, direttamente in aula.”

Il test si svolgerà all’edificio 19 nelle aule dalla n. 4 alla n.12.

Il test consisterà in un questionario a risposta multipla.
Per ogni area del sapere verranno assegnati 20 minuti, “per cui lo studente che terminerà la prova lascerà il posto al successivo studente.”

Lo studente dovrà presentarsi munito di valido documento di identità, numero di matricola (codice fiscale, in mancanza del numero di matricola).

Nello specifico per il corso di studi in lettere, la dottoressa Scalia conferma che la prova verterà sull’area del sapere Lingua e Letteratura Latina.