Rinnovo dello Statuto di Ateneo, ecco tutte le novità principali

Nei giorni 4 e 5 Marzo 2019 si sono tenute le importanti riunioni del Consiglio di Amministrazione e del Senato Accademico dell’Università di Palermo. Tra i punti salienti affrontati durante queste due giornate certamente un ruolo da protagonista è stato assunto dalla trattazione sul Rinnovo dello Statuto di Ateneo.

Ma andiamo con ordine:

La seduta del 4 Marzo del Consiglio di Amministrazione inizia con la comunicazione da parte del Magnifico Rettore della messa a disposizione di 100 posti di tirocinio offerti dall’amministrazione della Regione Sicilia alle 4 Università del territorio, la ripartizione ha visto il nostro Ateneo ricevere 38 posti di tirocinio per gli studenti appartenenti alle seguenti aree indicate dalla Regione Sicilia stessa:

  • Area Giuridico – Politico – Sociale
  • Area di Ingegneria Gestionale – Economia e Statistica
  • Area di Ingegneria Civile – Difesa del suolo e del dissesto idrogeologico

Le modalità di partecipazione verranno rese a breve disponibili, ad ogni modo in quanto Università siamo felici di constatare questo interesse nei confronti della nuova generazione.

A seguire vengono effettuate le seguenti interrogazioni dallo Studente Rosario Signorino Gelo:

Interpretazione sull’Art.9 del Regolamento per la Contribuzione Studentesca:

“Secondo l’Art. 9 del Regolamento tasse vige una soglia minima dell’85% dei CFU totali del proprio piano di studi che gli studenti intenzionati a laurearsi durante la sessione di Marzo 2019 devono aver conseguito qualora, non riuscendo a laurearsi nella suddetta sessione, volessero procedere ad iscrizione per l’anno accademico 2018/2019 senza indennità di mora.

Purtroppo la segreteria studenti considera nella conta totale i 15 CFU dell’esame finale di Laurea, che per ovvi motivi lo studente non può conseguire prima del momento della laurea stessa, se dunque prendiamo in considerazione i 120 CFU totali di una laurea magistrale è chiaro che l’85% corrisponda a 102 CFU, ma se 15 dei restanti 18 CFU sono “occupati” dall’esame finale di laurea l’unico margine che hanno gli studenti risiede in 3 CFU.

Ovviamente non è stata questa l’intenzione del Consiglio di Amministrazione che nel Maggio 2018 ha approvato il presente regolamento sulla tassazione, viene dunque chiesto al Consiglio stesso di esprimere una interpretazione del relativo Art.9 del regolamento tasse, da inviare alla segreteria studenti e precisando di escludere i 15 CFU della tesi di laurea dal conteggio totale.”

Laboratorio di Marketing per gli Studenti del Corso di Studio in Comunicazione per i Media e le Istituzioni:

A seguire il Magnifico Rettore risponde alla richiesta che lo stesso Consigliere degli Studenti Signorino Gelo ha avanzato per email a nome di tutti gli Studenti del Corso di Studi di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni circa le problematiche che questa classe di studenti sta vivendo in merito al loro mancato Laboratorio di Marketing.

Ovviamente la risposta è stata positiva, il Rettore ha già incontrato la Prof.ssa Auteri, delegata alla Didattica, per accogliere la richiesta degli studenti ed attuare una pronta risoluzione alla problematica.

IV Ciclo Scuole di Specializzazione per le Attività di sostegno Didattico:

Un ulteriore argomento trattato è quello del IV Ciclo di Specializzazione per le attività di sostegno didattico nella Scuola Primaria e Secondaria, nel caso specifico l’Università di Palermo organizza il corso di formazione esclusivamente per la Scuola Primaria e non per la Secondaria, viene dunque chiesta motivazione di ciò e se vi fosse la possibilità di un implemento.

La risposta è stata incentrata su una decisione presa a livello regionale con le altre Università del territorio, ma che comunque, dato l’interesse manifestato dalla rappresentanza studentesca, il prossimo anno si guarderà anche al corso di formazione per la Scuola Secondaria.

Inserimento delle materie a scelta per gli iscritti ai Corsi di Laurea Magistrale con riserva:

Una questione che ormai annualmente si presenta è la non compatibilità della finestra temporale riguardante l’inserimento delle materie a scelta nel secondo periodo con le tempistiche di attivazione del portale studenti per gli iscritti ai Corsi di Laurea Magistrale con riserva. Si chiede dunque di poter riaprire la finestra di inserimento dei suddetti insegnamenti e entro la prossima sessione degli esami di profitto.

Il consiglio ha espresso parere favorevole e si avrà l’ufficializzazione alla prossima seduta.

Il 5 Marzo alle ore 8:30 ha inizio la Seduta Congiunta del Consiglio di Amministrazione e del Senato Accademico che vede come unico argomento la trattazione del Nuovo Statuto dell’Università degli Studi di Palermo che, dopo mesi di lavori e commissioni istruttorie, giunge alla sua trattazione finale in questa sede.

Resta comunque il fatto che quanto approvato dai due organi di governo dell’Ateneo debba essere visionato e convalidato anche dal MIUR entro 60 giorni.

Da studenti siamo felici di comunicare a tutti i colleghi di UniPa che la linea del nuovo Statuto definisce, tra le altre cose, quelli che sono i nuovi efficienti ruoli della rappresentanza studentesca oltre ad una rimodulazione dell’organizzazione dell’ateneo tutto, di seguito verranno elencate e descritte le principali novità:

Per le Scuole:

Le scelte dell’Ateneo dipenderanno principalmente dalle scelte dipartimentali, le Scuole, tranne nel caso di Medicina e Chirurgia garantita da legge nazione, potranno cedere il loro ruolo didattico ai singoli dipartimenti di cui da sempre si pongono come strutture di raccordo, mantenendo comunque il loro ruolo organizzativo e promotore di eventi culturali dell’ateneo. Viene comunque data ai dipartimenti di ciascuna scuola la possibilità di far mantenere alla stessa le competenze didattiche.

Per i Consigli di Dipartimento:

Ove le competenze sulla didattica dovessero passare dalle Scuole ai singoli Dipartimenti, la composizione di questi ultimi, che fino ad oggi non ha previsto la presenza degli studenti, vedrà un’implementazione della componente studentesca pari al 20% del personale docente. Con questo innovativo e importante upgrade la rappresentanza studentesca potrà essere, da oggi più che mai, un megafono intra-dipartimentale che porterà direttamente in questa sede la voce e le esigenze degli studenti per quanto concerne didattica e servizi resi agli stessi.

Per il Consiglio degli Studenti:

Viene implementato il range di argomenti su cui il Consiglio degli Studenti può esprimere il proprio parere rimarcando dunque il ruolo centrale che questo organo ha per tutta la rappresentanza studentesca ponendosi dunque come fulcro trasversale, comunicativo e decisivo tra i vari organi di rappresentanza studentesca.

Con il nuovo statuto varierà anche la composizione del Consiglio degli Studenti, i cui componenti non saranno più eletti in numero pari a 2 provenienti da ognuna delle 5 Scuole, ma verranno eletti in numero pari a 2 provenienti da ognuna delle 5 Macroaree CUN  rendendo così la ripartizione più orizzontale rispetto alla precedente, aspetto, questo, coadiuvato dalla compartecipazione attiva di tutta la rappresentanza studentesca alle varie sedute del Consiglio degli Studenti fornendo dunque a quest’organo un peso politico-accademico ben superiore, centrale e organizzativo rispetto ad altri.

 

Per il Comitato per lo Sport Universitario:

I due rappresentanti degli studenti in seno al Comitato voteranno, come gli studenti membri degli altri organi superiori dell’Ateneo, per il Rettore.

Sono queste le novità per la componente studentesca implementate dalla stesura del Nuovo Statuto di Ateneo, delle novità che senza dubbio portano la rappresentanza studentesca ad un livello superiore rispetto a quella attuale, e di questo un sentito ringraziamento non può non andare allo Studente che ha preso parte alla commissione istruttoria dedicata a tale lavoro, Francesco Pirrotta, Presidente del Consiglio degli Studenti.

 

RUN Palermo

Vivere Ateneo

Coordinamento UniAttiva

Onda Universitaria

N.R.G. – Nuova Realtà Giovanile