Le Associazioni Studentesche Run e Progetto Universitario lanciano la Campagna #UniPlasticfree

Le Associazioni Studentesche Run- Rete Universitaria Nazionale e Progetto Universitario al fine di favorire una graduale ma completa eliminazione della plastica dalle strutture del nostro Ateneo e riuscire nell’intento di sensibilizzare i colleghi ad una corretta e attenta cultura di tutela e salvaguardia dell’ambiente hanno deciso di aderire alla sfida lanciata dal Ministro Sergio Costa, lo scorso 4 Ottobre, dal titolo #plasticfreechallenge, attraverso l’avvio della Campagna Universitaria #UniPlasticFREE.

 

Motivati dallo straordinario esempio palesato da milioni di Studenti in tutto il Continente in occasione dei #Fridaysforthefuture, iniziativa promossa dalla nota attivista sedicenne di origine svedese, Greta Thunmberg Ernman e della concreta possibilità che la Sicilia possa essere la prima Regione in Italia a munirsi di una apposita Legge Plastic Free ,  hanno decisodi porre all’attenzione dell’Amministrazione Universitaria e della Direzione Generale dell’Ersu di Palermo, le seguenti richieste:

-che vengano installati erogatori di acqua naturale o frizzante, anche refrigerata presso strutture che ricadano sotto la competenza dell’Ateneo;
-che vengano eliminati dai distributori le bottigliette di plastica;
-che siano distribuiti in modo del tutto gratuiti a ciascun dipendenti e agli studenti( cominciando da un discreto numero) borracce in alluminio riciclato da parte del Consorzio Cial in modo tale da disincentivare l’utilizzo delle bottiglie di plastica;
-che avvenga la sostituzione nei distributori di bevande calde dei bicchieri di plastica con quelli di carta e della palette di plastica per girare il caffè con delle palette in legno;
-che venga drasticamente ridotta la produzione di rifiuti di qualunque entità e potenziato il servizio atto alla raccolta differenziata degli stessi;
-che siano previsti criteri di premialità sulle future gare di appalto per i servizi di piccola o grande ristorazione per chi abbandona l’utilizzo della plastica monouso

In occasione delle Prossime elezioni per il Rinnovo della Rappresentanza Studentesca in seno a Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione, CUS, CNSU e Consiglio di Amminsitrazione degli ERSU del prossimo 14 e 15 Maggio, onde evitare affissioni selvagge e dispersione di facsmile nell’ambiente circostante abbiamo ritenuto opportuno prevedere, ponendo all’attenzione dell’Amministrazione Universitaria le seguenti richieste:

-che vengano garantiti pari accessi ai mezzi di Propaganda, ponendo a disposizione di ciascuna delle liste partecipanti alla competizione elettorale, eguali spazi da assegnare all’interno delle singole strutture (apertura delle teche per l’affissione di manifesti o concessione di aule per confronti/dibattiti nel pieno rispetto della par condicio);
-che sia predisposta l’individuazione di appositi spazi individuali adibiti all’affissione di contenuto propagandistico da destinare a ciascuna delle liste impegnate nella prossima tornata elettorale da attribuire mediante nota ufficiale;
-che sia consentita l’affissione di stampati, manifesti o di altra documentazione propagandistica soltanto se effettuata negli spazi predisposti a tale scopo e dalla lista in possesso dell’apposito spazio; proibendo dunque l’affissione di documentazione elettorale al di fuori degli appositi spazi;
-che siano vietate le iscrizioni murali e quelle su tutte le altre componenti strutturali o di arredo (porte, finestre, pavimenti, etc.) degli edifici universitari;
-che venga implementato nei giorni di campagna elettorale l’utilizzo di cestini adibiti alla sola raccolta della carta per limitare dispersione di facsmile nell’ambiente circostante;
-che non si acconsenta all’organizzazione di punti di informazione sulle liste elettorali e qualsiasi altra iniziativa di propaganda presso i locali dell’università, salvo previo rispetto della PAR CONDICIO;
-che dall giorno precedente il primo giorno di votazioni e per l’intera durata delle votazioni medesime vigano i divieti di cui all’art. 9 della legge 212/56. In tali giorni non siano, quindi, consentiti: comizi, riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, affissione o distribuzione di documentazione propagandistica. Negli stessi giorni sia vietata altresì ogni forma di propaganda elettorale, compresa la distribuzione di documenti tramite attività di volantinaggio in prossimità dei seggi elettorali in modo tale che non siano disturbati gli studenti che si rechino a lezione e non sia intaccato in modo alcuno il vigente silenzio elettorale.

Crediamo che l’applicazione di queste semplici ma efficaci contromisure possa rappresentare un primo, incisivo, passo verso la drastica riduzione dei consumi di plastica all’interno delle strutture del nostro ateneo e altresì segnare un punto di svolta nell’ambito delle manifestazioni elettorali, segnando un percorso nuovo, che possa condurci verso una netta e progressiva dematerializzazione del cartaceo per finalità propagandistiche.

L’Università è casa nostra: renderla ecosostenibile deve dunque rappresentare per la popolazione studentesca una assoluta priorità.

 

Run Palermo

Progetto Universitario

Assegnazioni Stalli Elettorali (1)

UnipaPlasticFREE (1)

Ersu (1)

Lascia un commento