Resoconto CDA 16/05/2018

  • Alle ore 15:30 del 16 maggio 2018 ha inizio una seduta del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli studi di Palermo.

Diverse le tematiche che sono state affrontate e, in particolare, il Rettore ci comunica delle dimissioni del Prof. Andrea Pace che all’interno del Consiglio ha guidato la commissione Bilancio, e del Prof. Riccobono che ha guidato la commissione sui Regolamenti.
Ai ringraziamenti del Rettore si aggiungono quelli di tutti gli altri componenti del consiglio per puntualizzare l’egregio lavoro svolto al servizio dell’Ateneo.

Comunque in virtù di ciò è iniziato l’iter per ricostituire il numero dei componenti del Consiglio.

  1. Viene inoltre comunicato che durante la seduta del Senato Accademico del 15 Maggio è stato approvato il Calendario Didattico 2018/2019, gli studenti tengono a precisare però come tale atto sia avvenuto col voto contrario di tutta la componente studentesca a causa di alcune decisioni che, a detta degli studenti, hanno causato non pochi problemi a tutta la popolazione studentesca e, proprio a causa di questo, si ritiene infruttuoso riconfermarle.
    Per visionare la proposta di calendario didattico presentata dalla rappresentanza studentesca ti invitiamo a prendere atto del RESOCONTO DEL SENATO ACCADEMICO DEL 15 MAGGIO 2018 (penultimo articolo in HOME PAGE)  

A seguire le interrogazioni esposte dai rappresentanti degli studenti:

· La procedura di pagamento della tassa di Laurea per la sessione di Luglio, come da calendario, è aperta da giorno 1 maggio, questa è la prima sessione di Laurea in cui vige il regolamento tasse 2017/2018 per cui, secondo l’art. 1, commi 252-267, della L. 11.12.2016, n. 232, la materia dei contributi a carico dagli studenti iscritti ai corsi di studio o scuole di specializzazione dell’Università degli Studi di Palermo per la copertura dei costi dei servizi didattici, scientifici e amministrativi.
Questo comporta il fatto che gli studenti non debbano più versare alcun contributo per la tassa di laurea che, in definitiva, è inglobata nel contributo onnicomprensivo.
Poiché per la procedura sul portale studenti rimaneva invariata rispetto all’anno scorso fino al 9 maggio, giorno in cui è stata aggiornata secondo il regolamento vigente, tutti gli studenti che hanno versato la tassa di laurea prima di tale giorno si sono visti presentare una cifra di circa 218€, e tutti coloro che hanno avviato la procedura dopo tale data una cifra molto minore di 32€ o 48€ a seconda se siano previste rispettivamente 2 o 3 marche da bollo dal valore di 16€ ciascuna.
Per quegli studenti che hanno pagato una cifra piena è già disponibile la procedura di rimborso tramite portale studenti, risultano però delle richieste, nello specifico:
– (1) viene chiesto di inserire le voci di costo per giustificare quella differenza tra studenti paganti 32€ e studenti paganti 48€;
– (2) viene chiesto di specificare il motivo per cui gli studenti di Scienze della Formazione di Primaria, oltre alle imposte di bollo, paghino altri 150€. (è da precisare, a carattere informativo, che tale cifra rappresenta la tassa per l’abilitazione poiché il Corso di Scienze della Formazione di Laurea è un corso abilitante e tale cifra non entra nelle casse dell’Ateneo ma è una quota ministeriale)
– (3) viene esposto il problema degli studenti Laureandi di Marzo che hanno pagato la tassa di laurea mesi fa secondo il regolamento tasse 2016/2017 che ancora prevedeva tale contribuzione, ma, poiché non laureandosi a Marzo si sono dovuti iscrivere all’anno accademico 2017/2018 al fine di potersi laureare a Luglio, questi stessi studenti ormai appartengono al nuovo regolamento vigente, quindi viene chiesto se fosse possibile rimborsare la differenza anche a questa classe di studenti.

Il Rettore e il Direttore Generale rispondono dicendo che (1) verranno implementate le varie voci di costo durante la procedura, (2) confermano la natura dei 150€ di tassa di abilitazione, e (3) verranno avviate le valutazioni per capire il come agire per gli ex-Laureandi di Marzo, ricordando però che, laureandosi a Luglio, già loro usufruiscono del rimborso sulla seconda rata per l’a.a. 2017/2018.
· Viene successivamente riportato il caso di alcuni studenti del corso di Laurea in Medicina e Chirurgia che hanno sostenuto il test di ammissione nell’a.a. 2015/2016 senza risultare vincitori a causa della prematura chiusura della graduatoria.
Viene avviato un ricorso dagli stessi nello stesso anno che dà esito positivo e, solo nel marzo del 2018, il Miur conferma la loro ammissione a Medicina Palermo.
Il problema sorge nel momento in cui agli studenti che avviano le procedure di immatricolazione viene chiesto di versare i contributi per gli a.a. 2015/2016 – 2016/2017 – 2017/2018, non considerando che, negli stessi anni, tali studenti fossero già iscritti presso altri corsi di laurea, alcuno anche dell’Università degli Studi di Palermo.
Come se non bastasse, se così fosse, questi stessi studenti andrebbero inevitabilmente verso lo status di Fuori Corso già dal terzo anno di un corso di studi che di anni ne prevede 6.
Viene dunque chiesto di
– fare iscrivere gli studenti nell’anno accademico 2017/2018 o, qualora fosse richiesto, in quello 2018/2019 al fine di evitare tutti i problemi relativi al fuori corso.
– Non considerare le tasse di anni precedenti a causa dell’incompatibilità di essere iscritti in due corsi in Italia durante lo stesso anno accademico;

Il Rettore risponde di inviare alla sua email istituzionale i casi relativi ai suddetti studenti al fine di trovare la migliore soluzione possibile.

 

Tra i successivi punti all’ordine del giorno viene anche discussa la proposta di convenzione che necessita di un rinnovo tra C.U.S.  e Università degli Studi di Palermo, tale proposta vede un maggiore coinvolgimento dell’organo di comunicazione tra C.U.S. e Unipa: il Comitato dello Sport Universitario.

Resoconto Consiglio del corso di studi in Lettere (L-10)

Resoconto Consiglio del corso di studi in Lettere (L-10)
Martedì 10 Aprile 2018

Punti all’ordine del giorno:
1) Approvazione verbale seduta 01 Febbraio 2018;
2) ‎Comunicazione del coordinatore e componenti;
3) ‎Revisione Manifesto degli studi 2018/19 e offerta da erogare 2018/19;
4) ‎Segnalazioni studenti;
5) ‎Nomina cultori della materia;
6) ‎Pratiche studenti;
7) ‎Pratiche Erasmus;
8) ‎Riconoscimento crediti per laboratori e seminari;
9) ‎Varie ed eventuali;

2) La professoressa Brucale con il professor Bianco e la professoressa Castiglione hanno presentato il corso di laurea in lettere al liceo di Caltanissetta.
Il professore Di ‎Di Gesù propone l’attribuzione di 3 cfu per la manifestazione “Una marina di libri” che prevede seminari e laboratori affiliati all’università degli studi di Palermo. Approvazione della proposta sebbene non sia stato presentato alcun progetto poiché uguale agli altri anni, verrà comunque presentato in seguito.

Il dottor Filippi dell’ufficio per il coordinamento della didattica comunica che ci saranno più difficoltà per la distribuzione delle aulee per il prossimo anno poiché si trasferiranno i corsi di Agrigento a Palermo. Raccomanda più elasticità agli studenti e disponibilità dai docenti.

3) ‎Il terzo punto è stato il più importante. Il CdA si è espresso con due delibere (una a Gennaio e una a Marzo) che evidenziavano le criticità di ogni corso di laurea e, di conseguenza, il rettore ha chiesto ai coordinatori dei vari corsi di laurea di riportare le scelte del consiglio a queste sollecitazioni.
Per il corso di laurea in lettere L-10 vengono proposti 2 curricula e 17 insegnamenti opzionali di cui 3 mutuati dal cds. L’indicazione data è quella di ridurre gli insegnamenti opzionali non mutuati. La professoressa Auteri ha dato poi segnalazioni più dettagliate per il curriculum moderno in riferimento agli insegnamenti opzionali del 3 anno che saranno ridotti: storia della musica, dell’arte e del cinema sono presenti e attingibili anche al DAMS. Rimangono quindi cultura greca e letteratura italiana contemporanea.
Altra modifica riguarda l’insegnamento 11773-Prova finale di lingua straniera per verificare la conoscenza linguistica di uno studente che però non apprende nei corsi erogati dallo stesso corso di laurea e quindi bisognava trovare una soluzione che permetta di far acquisire allo studente il livello B1 per l’accesso alla magistrale. Si è approvata la modifica della dicitura da “prova finale di lingua straniera” a “laboratorio di lingua straniera per il livello B1” in modo tale da incentivare gli studenti ad acquisire i livelli inferiori frequentando ad esempio i corsi gratuiti al CLA.
Considerare anche che per l’Erasmus richiedono spesso il livello B2.
C’è stata anche una modifica alla didattica erogata. Il laboratorio di informatica per il curriculum classico viene spostato al primo semestre (tenuto dal professore Di Gesù). Non sarà poi attivata la materia opzionale ‘Cultura greca’ per problemi di salute di una docente.

5) Nomina cultori della materia.
La professoressa Caracao propone Francesco Scalora e Buttitta propone Perricone. Saranno nominati per l’anno accademico 2018/19 (poiché per regolamento si nominano ad inizio semestre).

Le rappresentanti RUN in seno al consiglio, Valentina Di Bella e Giovanna Galvano.

Tutte le novita dal Senato Accademico: prova di laurea cdl triennali, CUPA, Albergo delle Povere e Collegio San Rocco

Nella seduta odierna del Senato estrace – cream en ligne afin donde comprar find on line estrace – cream cheap estrace buy fluoxetine online and receive cheap fluoxetine after finding a great fluoxetine price from your online canadian pharmacy. find out fluoxetine side effects  vaginal cream ( estradiol ): too expensive. *** estrace – cream 15gm  Accademico sono stati affrontati tanti punti che riguardano da vicino la vita accademica degli studenti, in particolare:

  1. Approvazione linee guida per le modalità di svolgimento della prova finale per le lauree triennali non abilitanti ecco le novità:  – La prova finale consiste in una prova scritta e sarà valutata come un esame in trentesimi. La modalità di svolgimento sarà scritta o orale; – il punteggio finale del voto di laurea sarà calcolato nel modo seguente: media pesata dei voti in trentesimi conseguiti negli esame (compreso l’esame di Prova Finale), con peso i CFU assegnati all’insegnamento; -dovranno essere considerati anche i voti in trentesimi conseguiti in discipline eventualmente inserite in esubero, rispetto a quelle previste dal piano di studi della studente, nella forma di “corsi liberi”; – i regolamenti didattici dei corsi di laurea devono prevedere uno dei seguenti elementi: nel calcolo della media pesata viene escluso il voto più basso conseguito dallo studente nella sua carriera. Nel calcolo della media pesata possono essere esclusi i voti di discipline non caratterizzanti fino ad un massimo di 18 CFU; – la media pesata dei voti in trentesimi viene poi espressa in centodecimi (dividendo per tre e moltiplicando per undici). Alla media espressa in centesimi verranno poi aggiunti a: un punteggio massimo di 3 punti in funzione del numero delle lo di conseguite dallo studente. Un ulteriore punto al laureando che abbia maturato esperienze all’estero (Erasmus,Visiting). Un punteggio aggiuntivo dovuto al profitto negli studi (6 punti se la media di partenza è >=28; 4 punti con media =26; 3 punti con media < 26 e >=24; 2 punti con media =22; 0 punti con media <22. II voto finale, risultante dai conteggi, verrà arrotondato all’intero più vicino. La Commissione, potrà concedere la lode qualora lo studente riporti un punteggio uguale o superiore a 110.
  2. Protocollo di intesa tra l’Università degli studi di Palermo, Cupa e  ministero degli Interni  per attivare forme di collaborazione finalizzale a sviluppare un percorso di conoscenza e formazione in materia di immigrazione, asilo e protezione internazionale. (approfondimento http://www.runpalermo.it/?p=3109)
  3. Apertura appelli novembre e aprile:  buy generic advair diskus online advair diskus shipping buy fluticasone online buy cheap prednisone online without prescription low prices , fast delivery and secure online processing., buy prednisone prednisone cost walgreens Si informano gli studenti della Scuola di Medicina che il Magnifico Rettore demanda al Presidente della Scuola e al Coordinatore dei Corsi di Studio, la decisione sull’apertura degli appelli di novembre, al momento destinati solamente a studenti fuoricorso e part-time, anche agli studenti in corso. Per quanto riguarda l’appello di aprile, di pertinenza del secondo semestre, viene rimandata la decisione al futuro rettore Fabrizio Micari.
  4. Problema Aule per il Cds in Scienze della Formazione Primaria: a seguito dell’interrogazione del senatore RUN Stefano Di Gangi circa la preoccupazione degli studenti del sudetto corso di studi che ad oggi non sanno dove frequenteranno le lezioni vista la dismissione del plesso dell’Albergo delle Povere, il Rettore, rispondendo, al Senatore Di Gangi, rassicura gli studenti dicendo che per quanto riguarda i laboratori pomeridiani il il piano terra dell’Albergo delle Povere resterà fruibile e sfruttabile fino al 1° Gennaio 2016 per il resto delle lezioni saranno spostate con molta probabilità  presso il Polididattico non appena il pro-rettore all’edilizia avrà completato il piano di assegnazione delle aule dell’edificio 19.
  5. Collegio San Rocco: Il Rettore annuncia che sono pronti i fondi per iniziare i lavori presso il Collegio San Rocco si aspetta soltanto che l’Assessore al Centro storico del comune di Palermo invii copia della proroga del comodato d’uso del Collegio.

Il Rettore al termine della seduta annucia che con molta probabilità nella giornata del 5 ottobre 2015 si terra  al Quirinale un purchase prednisone without prescription. buy prednisolone online in uk. prednisone no prescription online order . can you buy prednisone online incontro tra il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e gli organi di Governo della nostra Università .

A chiusura di questo resoconto ci spiace far notare agli studenti come  il resto della rappresentanza studentesca non solo non cita nei propri comunicati i reali presentatori delle interrogazioni (es: interrogazione sul problema delle aule dell’Albergo delle povere) ma come ancora una volta la logica di collaborazione più volte auspicata dalla nostra associazione venga surclassata da logiche faziose e campanilistiche.

Il senatore accademico Stefano Di Gangi (Run Palermo)